Aiutiamo il bambino iperattivo ad organizzarsi

“Si, lo so che ogni cosa ha un posto dove mettersi, ma io non riesco proprio a trovarlo questo posto”.(Paolo 7 anni)
Un bambino iperattivo vorrebbe vivere in un mondo organizzato, ma quando ci prova, il risultato è deludente.

coffee-cup-mug-desk1

Il bambino con disturbo dell’attenzione e iperattività (ADHD) sa esattamente cosa deve fare, ma non sa proprio come farlo e quando ci prova, è caotico e disorganizzato. I risultati sono spesso deludenti e questo lo fa sentire inadeguato.

Una buona organizzazione dell’ambiente in cui svolge le sue attività, sia a casa, sia a scuola, può essere di grande aiuto e consente di semplificare la vita al bambino e agli adulti che si occupano di lui.

 

Cominciamo dalla scuola. Gli insegnanti potrebbero stabilire delle buone “routine” che, riproposte quotidianamente, sarebbero un formidabile supporto organizzativo.  Proviamo a immaginare come gestire i diversi momenti della mattinata in classe, descriviamo ai bambini i comportamenti corretti da tenere e facciamoci aiutare da loro a realizzare cartelloni da tenere appesi in classe, con regole e suggerimenti, per tutti. Ecco alcuni suggerimenti.

Ingresso nella classe

Spieghiamo ai bambini che si entra in classe camminando e non correndo, che si lascia lo zaino in fondo alla classe e si appende il cappotto in fondo all’aula.

Attivitàcoffee-cup-mug-desk

Mettiamo un orologio in bella vista e prima di iniziare un’attività mostriamo la posizione delle lancette. Indichiamo il tempo a disposizione per fare l’attività e mostriamo quale sarà lo spostamento delle lancette. Ogni bambino potrà controllare quanto rimane per la fine del lavoro e per quanto tempo dovrà ancora impegnarsi. I bambini che faticano a concentrarsi, riusciranno ad impegnarsi di più se vedono che si avvicina il traguardo.Prima di iniziare un’attività, indichiamo nel dettaglio i materiali necessari e diamo tempo ai bambini per organizzarsi spiegando come disporli sul banco.

Ricreazione e pausa mensa

Organizziamo delle attività da svolgere al proprio posto, da soli o in gruppetti. Meglio se si tratta di attività che richiedono semplici operazioni pratiche come tagliare, incollare, disegnare. I bambini iperattivi quando si trovano senza organizzazione,  tendono ad impegnarsi in attività fisiche piuttosto irruente e a volte finiscono col farsi male.

Dettatura compiti

I compiti dettati all’ultimo minuto, magari al suono della campanella, vanno persi. Perché non dettarli all’inizio dell’ora o con largo anticipo sulla fine della lezione?

Uscita dalla classe

Descrivere esattamente le azioni da compiere all’uscita dalla scuola: mettere il materiale nello zaino, prendere il cappotto e tornare al proprio posto rimanendo seduti, alzarsi solo al suono della campanella, mettersi in fila secondo l’ordine stabilito, camminare e non correre.

Ci vorrà un po’ di tempo e pazienza per organizzare tutto questo, ma sicuramente tutti i bambini ne trarranno vantaggio!

Aiutiamo il bambino iperattivo ad organizzarsi

Tagged on:                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *